FCSR Logo

  Tumori  

Tumori

    I progressi della ricerca scientifica hanno dato nuove speranze migliorando i tempi della diagnosi e dando nuove possibilità di cura, ma purtroppo la strada per sconfiggere definitivamente questa grave malattia è ancora lunga.

descrizione

Ogni anno i nuovi casi di tumore nel mondo sono circa dieci milioni. Il San Raffaele è in prima fila nella lotta a questa malattia con progetti ambiziosi. Uno di questi si propone di capire come attivare il sistema immunitario del malato contro il proprio stesso tumore.

 

I tumori colpiscono sempre di più, anche a causa dell’invecchiamento della popolazione.
Ma di tumore si muore sempre meno, grazie ai progressi della ricerca scientifica: sono migliorati gli strumenti di diagnosi e si sono ampliate le possibilità di cura.
Siamo nel mezzo di una guerra, la strada per sconfiggere definitivamente questa terribile malattia è ancora lunga, ma è davvero una lotta che vale la pena continuare e intensificare, perché possiamo vincerla.

Il San Raffaele è in prima fila in questa lotta con progetti ambiziosi.
Si propone nei prossimi anni di richiamare dall’estero i migliori ricercatori ed esperti per costituire una delle task-foce più importanti del mondo. La collaborazione è essenziale e il San Raffaele la realizza con gli altri centri più prestigiosi, come l’MD Anderson Cancer Centre di Houston, il Cancer Centre di Leida o il German Leukemia Study Group.
Le ricerche sono di assoluta avanguardia e portano un attacco a tutto campo alle malattie tumorali. Un vaccino terapeutico in grado di distruggere le cellule tumorali di melanomi e di alcuni tipi di tumori polmonari; un nuovo composto in grado di distruggere i vasi sanguigni che alimentano il tumore al colon, al polmone e al rene; una nuova strategia terapeutica in grado di evitare il rigetto in caso di trapianto di midollo: sono soltanto alcune delle decine di sperimentazioni in corso. Un altro ambito di ricerca si propone di individuare farmaci “intelligenti” in grado di bloccare o rallentare la formazione di tumori all’origine e personalizzare le cure studiando i fattori genetici o predisponenti di ogni singolo paziente.

Oltre che centro di ricerca, il San Raffaele è un grande ospedale ed è quindi la struttura adatta per mettere in pratica uno degli approcci più innovativi, in cui i frutti della ricerca sono immediatamente messi a disposizione dei pazienti. È la ricerca translazionale, in cui area clinica e laboratorio di ricerca lavorano in stretta sinergia.