Luigi Naldini premiato con l’Ernest Beutler Prize

L’American Society of Hematology (ASH) ha annunciato che il professor Luigi Naldini, direttore dell’Istituto San Raffaele Telethon per la Terapia Genica (SR-Tiget) e docente ordinario di Istologia dell’Università Vita-Salute San Raffaele, è uno dei due vincitori del premio Ernest Beutler Prize 2017. Si tratta di un riconoscimento prestigioso assegnato ogni anno dalla più importante associazione professionale di ematologi a due scienziati che si sono distinti per i loro contributi d’avanguardia nel campo delle malattie del sangue. Il professor Naldini è noto per il suo fondamentale apporto scientifico allo sviluppo della terapia genica per il trattamento di malattie genetiche rare e di alcuni tumori. “È un grande onore ricevere questo riconoscimento dell’ASH che condivido con tutta la straordinaria squadra di collaboratori del nostro istituto, il cui impegno ha reso possibile sperimentare con successo la terapia genica con vettori lentivirali. Un risultato che non avremmo potuto conseguire senza la fiducia e il supporto pluriennale della Fondazione Telethon e dell’Ospedale San Raffaele” commenta Naldini. Per maggiori informazioni leggi il comunicato stampa in inglese sul sito dellAmerican Society of Hematology. […]

Svelato il comportamento del “guardiano del genoma”

Milano, 22 agosto 2017 – I ricercatori del Centro di Imaging Sperimentale dellIRCCS Ospedale San Raffaele, grazie a uninnovativa tecnica di microscopia, hanno osservato per la prima volta in tempo reale il comportamento di p53 nel nucleo cellulare. Si tratta di una proteina fondamentale (definita guardiano del genoma) che ha il compito di impedire la trasformazione di una cellula sana in cellula tumorale. Lo studio, pubblicato su Nature Communications, apre la strada alla messa a punto di nuove strategie terapeutiche basate sull’attivazione di p53. Nell’immagine, in blu e viola, i nuclei di sei cellule: i due al centro sono colorati di viola dalla presenza di p53 (assente negli altri quattro). Intorno a questi due, in verde, si vede il risultato dell’azione di p53: l’attivazione di un gene capace di bloccare la riproduzione della cellula, danneggiata irreparabilmente. Per maggiori informazioni leggi il comunicato stampa. […]

SLA: il ruolo del gene TBK1 nell’insorgenza della malattia

Milano, 21 agosto 2017 – I ricercatori dellIstituto di Neurologia Sperimentale (INSpe) dell’IRCCS Ospedale San Raffaele, in collaborazione con il Centro Clinico NEMO, hanno aggiunto un nuovo, importante tassello per la comprensione delle cause genetiche e dei meccanismi molecolari alla base della sclerosi laterale amiotrofica (SLA). Lo studio, appena pubblicato sul Journal of Neurology, Neurosurgery and Psychiatry, ha permesso di indagare le mutazioni di un gene specifico, TBK1. “Questo lavoro, oltre a confermare il ruolo centrale di TBK1 nell’insorgenza della malattia, ci ha consentito di comprendere i meccanismi attraverso cui le singole varianti di questo gene possono portare alla degenerazione dei motoneuroni, caratteristica della SLA” spiega Nilo Riva, coordinatore dello studio e della ricerca sulle malattie del motoneurone. Lo studio è stato possibile anche grazie al sostegno di AriSLA – Fondazione Italiana di Ricerca per la Sclerosi Laterale Amiotrofica. […]

Pazienti e ospedale: da oggi una migliore comunicazione grazie a una soluzione digitale

Roma, 1 agosto 2017 – Presso lUnità di Ematologia e Trapianto di midollo osseo dellIRCCS Ospedale San Raffaele, grazie al supporto di Takeda Italia, è partita limplementazione di MyHospitalHub. Il progetto si compone di una piattaforma web e di una app e si rivolge a tutti i centri che hanno in cura pazienti con malattie croniche o oncologiche. Lobiettivo è aiutare medici e assistiti a rimanere in contatto dopo la dimissione dallospedale: collegandosi al sito o scaricando la app (gratuita dagli store Apple e Google), i pazienti avranno a disposizione il quadro completo della gestione della loro malattia e potranno collaborare con i propri medici, inviando informazioni relative alladerenza terapeutica e alla qualità di vita. “L’obiettivo dell’iniziativa è verificare i potenziali benefici, per il paziente e per gli specialisti curanti, dell’utilizzo di uno strumento digitale nel percorso di cura ematologico”, spiega il professor Fabio Ciceri, primario dell’Unità di Ematologia e Trapianto midollo osseo. Per maggiori informazioni leggi il comunicato stampa. […]
Page 5 of 71« First...34567...102030...Last »